Di Benedetto

Top of the Flop, 8a giornata Campionato Riminese


Ecco a voi i migliori ed i peggiori dell’ottava tappa del Campionato Riminese, terminata con il settecentosessantesimo trionfo della coppia Savoretti – Di Benedetto!


Campioni 8a tappa.

TOP

Cenci – Pasolini: la cosa più bella del martedì appena trascorso. Si ritrovano a giocare insieme per pura casualità e al loro esordio disputano un torneo sensazionale. Il primo non fa cadere una palla che sia una; il secondo tira giù tutto il possibile, regalando al pubblico 6 o 7 “shark attack” nel corso del torneo. Perdono stremati in finale contro i più forti Savo e Dibe, ma per i due son solo applausi.

Un Pasolini illegale.

Protti – Zaghini: nel corso della settimana la loro sembra una fiction che neanche “Beautiful“. Si lasciano, si ritrovano, si maledicono a vicenda… Poi finalmente arriva il campo e sul campo è gran spettacolo. Il loro migliore martedì di questa edizione di campionato riminese e semifinale più che meritata.

Difi – Delu:  altra nuova coppia e altri regali. Giocano un torneo in sordina fino ai quarti di finale, dove con una prestazione pressochè perfetta riescono a superare i più quotati Lari – Castiglioni. Stremati e con tanta voglia di idratazione, decidono praticamente di non giocare la semifinale e godersi la finale del torneo orgogliosi del gran risultato ottenuto. Esperienza al comando.

Menzione speciale per Nardi – Spadoni:  appena tornati da Ibiza, per i due non pensavamo sarebbe stato un martedì facile, ma mai pronostico fu più sbagliato. Leoni come non mai, eccoli invece combattere su ogni punto come non ci fosse un domani e guadagnarsi un epico quarto di finale. Roba che l’Ushuaia in fin dei conti fa bene alla salute…

“Non avremo classe, ma abbiamo gambe e fiato finchè vuoi…” cit.
FLOP

Montironi F. – Barto: dalle stelle alle stalle. Dopo una 7a tappa da sogno, non riescono a replicare quelle che furono delle super prestazioni. Eliminazione ai gironi, molta amarezza e tanta voglia di rifarsi.
Matteo Fabbri: un giocatore con la sua tecnica, con la sua agilità e con un fisico che neanche CR7 (vedi foto qua sotto) ha l’obbligo verso tutti gli amanti del gioco di fare almeno, ogni martedì, i quarti di finale. Non l’ha fatto e quindi finisce nei flop. Elementare.

MUUUSTRRRRRMilzoni, Travisani, Liverani e tutto il team “Footuti”: incredibile. Si assentano tutti (ma proprio tutti) per un martedì e Pasolini arriva clamorosamente in finale. Si facciano due domande, ma soprattutto vedano di presentarsi martedì 31 Luglio.

A cura di L.L.

Top of the Flop, 2a giornata Campionato Riminese


E’ stata una 2a giornata di Campionato Riminese scoppiettante come poche. Tante le coppie partecipanti (26), tante le polemiche e tantissime le partite ai vantaggi. A spuntarla è stata la coppia Savoretti – Di Benedetto autrice di un torneo da urlo e vincitrice di una finale non adatta ai deboli di cuore contro Mazzotti – Bejtaga, al loro primo torneo insieme.


Nell’attesa spasmodica che arrivi il prossimo martedì, ecco i Top & Flop della 2a giornata.

Campioni 2a tappa.

TOP

Savoretti – Di Benedetto: quando sono insieme e in tale stato di forma, sono il più grande spettacolo (dopo il big bang) del Campionato Riminese. Arrivano senza neanche mettere la terza in finale. Poi, in partenza, soffrono tremendemente il Cannibale Mazzotti. Vanno sotto 10 a 4, che in partite di questo livello 9 volte su 10 equivale a sconfitta, ma poi con calma, fiducia nei propri mezzi e un pò di fortuna, si rimettono in careggiata e la vanno a spuntare ai vantaggi, in una delle più belle finali della storia del Campionato Riminese. Grazie per lo spettacolo.

Finale di livello altissimo.


Semprini – Del Prete:
si regalano un sogno: quarti di finale partendo dalla 4a fascia di un girone sulla carta proibitivo. Alla faccia di Christian Cenci che per la seconda volta aveva paccato Semprini sul più bello e alla faccia di quelli che non avevano creduto abbastanza in Del Prete. Oltre a loro, il sogno l’hanno regalato pure a noi.

Nicola Strazzacapa: arriva ai campi ed esordisce ritenendo ingiusto il suo inserimento in 4a fascia. Prosegue giudicando sicuro un suo passaggio del girone eliminatorio ai danni del suo “figlioccio” Carlini (che “conosce come le sue tasche” cit.). Passa il girone insieme all’infinito Maggioli per poi venire eliminato agli ottavi dalla coppia Castiglioni-Lari. Ha avuto ragione lui. Punto.

“Strazza” in forma smagliante.
Menzione speciale per Castiglioni-Lari: dopo una prima tappa in cui più che due atleti ricordavano Pio e Amedeo, si rifanno con gli interessi. Giocano divinamente tutto il torneo per poi arrendersi in semifinale contro i mostruosi Savoretti-Di Benedetto. Contenti di rivederli giocare del gran footvolley. Bentornati ragazzi.

FLOP

Tamburini – Lepri: che amarezza vederli faticare così. Il primo gioca fuori mano, il secondo soffre di un dolore troppo forte alla schiena e va a terminare tutte e tre le partite principalmente perchè è un signore. Risultato? Eliminazione prematura ai gironi. Staremo a vedere se sapranno risorgere dalle ceneri. Noi speriamo di rivederli, con tutto il cuore, ai loro massimi livelli.

Simone Donati: qualcuno ha notizie del “Mone”? No seriamente, siamo a metà giugno e ancora di lui nessuna traccia. Dobbiamo contattare “Chi l’ha visto”? Chi sia in suo contatto ci aggiorni, iniziamo a preoccuparci.

A.a.a. Cercasi disperatamente Simone Donati.
I gironi da 5: infiniti. Intrattabili. Odiosi (per conferma chiedere a Lorenzo Marani).

A cura di L.L.

Campionato Invernale Footvolley Rimini – L’intervista a Fabio Di Benedetto

Fabio Di Benedetto è da solo una stagione che gioca con i migliori. E’ da solo un anno che si sfida con i “veterani” del gioco. La cosa che lascia di stucco è che veramente in pochi sembrano accorgersene. Oggi abbiamo avuto la fortuna di intervistarlo, chiedergli quale sia l’ulteriore step che lui e Savoretti dovranno compiere in vista della stagione estiva e qualche impressione sul Campionato Invernale targato Footvolley Rimini appena iniziato.
Buongiorno Fabio, partiamo proprio dalla grande alchimia che si nota tra te e Savoretti. Siete soddisfatti del vostro percorso finora? Cosa vi manca per arrivare al livello delle prima 5-6 coppie italiane?
Con Savo mi trovo molto bene e ci siamo già tolti qualche soddisfazione. Il fatto è che per arrivare al livello dei migliori è probabilmente ancora troppo poco che giochiamo insieme. C’è molto da migliorare: al sottoscritto, in particolar modo, manca un pò di esperienza. Cosa che invece a Luca non manca.
In che fondamentale pensi già di eccellere? Dove invece devi ancora migliorare?
Il fondamentale con cui dò più fastidio è il colpo di testa di potenza, grazie anche alla mia eccellente elevazione. Nel resto c’è ancora margine di miglioramento. Come dicevo mi manca un pò di esperienza per giocare coi migliori, ma quella si acquisisce solo con il tempo. Anche per quel che riguarda la fase difensiva magari si nota poco, ma ho tanto da imparare.

Ecco, in situazioni del genere, l’avversario può solo pregare.

Toglici una curiosità, è vero che Savo nel tempo libero si allena a colpire di petto le palle mediche?
Confermo e la cosa più incredibile è che ne sgonfia una al giorno a forza di pettate.

Passiamo al Campionato Invernale. Siete per tutti i favoriti, ma la palla è rotonda. Cosa credi possa fermarvi dalla corsa verso il titolo? Quale sarà la squadra rivelazione?
E’ vero, abbiamo tutte le carte in regola per provare a vincere, ma come sai bene anche te, in questo sport si può vincere e perdere con tutti. Bisogna stare sempre sul pezzo, non puoi permetterti cali di tensione. Riguardo alla squadra rivelazione, credo che i Fritty Misty daranno del filo da torcere a tutti.
Ultima richiesta. Completa la frase: devo assolutamente iniziare a giocare a Footvolley perché…
Perchè il Footvolley è spiaggia, mare, sole e soprattutto caraffe di birra! Dai di cosa stiamo parlando?!