Top of the Flop, 1a giornata Campionato Riminese

07 June 2018 / By fvrimini

E’ tornato il Campionato Riminese. E’ tornato rinnovato nella forma, ma non nella sostanza. Lo spettacolo è sempre quello e anche quest’anno, ai Bagnini 54-55 di Rimini, ci ritroveremo a vivere altri 8 grandi martedi di footvolley, con il livello di gioco che, se possibile, si è addirittura alzato.

Due giorni fa è andata in scena la prima delle nove tappe. Una prima tappa strana, in cui ad eccezione dei 2 vincitori (i favoriti alla vigilia, Isli Bejtaga e Giacomo Neri), le sorprese e i colpi di scena hanno reso il tutto particolarmente esaltante.

Campioni 1a tappa.

A seguire godetevi i nostri “Top & Flop” di martedì sera:

TOP

Salvatori – Mandolesi: l’esperienza al comando. O quasi. Chi l’avrebbe mai detto che Simo Salva, senza Mazzotti, e con un Mandolesi fuori da tanto (troppo) tempo dai campi di gioco, avrebbe potuto portare a casa una finale all’esordio? Il primo non sbaglia una cortina nell’arco di tutto il torneo, il secondo lotta su ogni pallone come fosse una questione di vita o di morte. Giocano un match capolavoro in semfinale contro Savoretti – Veronese andando a recuperare una partita che in tanti avrebbero dato per persa. Crollano poi esausti in finale contro Isli e Jack Neri. Ma poco cambia sul giudizio finale: il loro torneo è stato da applausi.

Matteo Lepri: che bello vederlo tornare sui nostri campi. Che bello vederlo tornare a volare su ogni pallone. Se avranno costanza lui e Nicola Tamburini sono destinati a regalarsi tante soddisfazioni nel corso dell’estate. Detto questo, sulla prestazione, i margini di miglioramento sono infiniti: Lepri ci ha abituato ad un livello di gioco talmente alto che il torneo di martedì sera era per lui e il compagno una sorta di preparazione ai prossimi. A breve, gli avversari pregheranno di non averli sulla propria strada.

Bentornato Teo.

Pari – Cesari: probabilmente, la coppia rivelazione della 1a tappa. I due giovani quest’anno sembrano aver fatto passi da gigante rispetto lo scorso. Partono in quarta fascia, si qualificano meritatamente per le fasi finali, per poi venire eliminati (a testa altissima) contro Savo e Veronese. Quando arriverà l’esperienza da torneo, ci sarà da divertirsi.

Menzione Speciale per lo schermo con i risultati in tempo reale: Footvolley Rimini cresce e si rinnova: per quanto carta e penna resti il modus operandi a cui tanti restano affezionati, il risparmio di tempo, gli aggiornamenti di classifica in tempo reale, le foto dei 4 finalisti sullo schermo ecc. sono sciccherie meritevoli, appunto, di menzione.

Welcome to the future.

FLOP

Lari – Castiglioni: la vera delusione di questo inizio Campionato. Dopo i grandi risultati dello scorso anno, partivano in prima fascia in un girone dove avevano tutti i favori del pronostico. E invece? Tre sconfitte consecutive ed eliminazione inaspettata. Si rifanno (soprattutto il primo) poi al Barrumba, dove regalano grandi emozioni ai presenti. Sapranno reagire e torneranno a stupire anche sui campi da gioco, statene certi.

Paganini – Pazzini: coppia ancora in rodaggio. Non giocano un brutto torneo, se non fosse per un quarto di finale completamente regalato agli avversari. Una decina di ricezioni ed alzate consecutive sbagliate, e la frittata è fatta. Se in futuro eviteranno tali blackout prolungati, per i due, i quarti diventeranno il risultato minimo.

Non deve essere piacevole poi vedere gli ex compagni Fabbri e Angelini in condizioni straripanti…


Gli assenti:
a dire il vero non troppi, ma tutti di qualità. Mancava il campione dello scorso anno Andrea Mazzotti. Mancava il secondo classificato Fabio Di Benedetto. Mancava Giacomo Tentoni, che probabilmente non saltava una tappa del riminese dal 1954. Mancava Simone Donati… Insomma, mancavano alcuni pezzi da novanta che ci auguriamo di vedere presenti tra 5 giorni, quando sui bagnini 54 e 55 si riaccenderano i riflettori e lo spettacolo avrà nuovamente inizio.

A cura di L.L. di Footvolley Rimini.

Leave a Comment

*Please complete all fields correctly